Disfunzione erettile

Antonio 0

Disfunzione erettile

Fattori predisponenti.

Tutti gli uomini dovrebbero ricordare che ci sono fattori di rischio predisponenti per la disfunzione erettile! Questi includono:

  • obesità;
  • età;
  • il fumo e l’abuso di alcol;
  • uso di qualsiasi tipo di droga;
  • frequenti stati depressivi;
  • uno stile di vita con inattività fisica;
  • sindrome metabolica e disturbi del metabolismo lipidico;
  • grave avitaminosi;
  • una vasta gamma di fattori ambientali avversi (radiazioni, vari tipi di radiazioni, ecc.).

Ci sono 3 tipi principali di cause della funzione erettile.

1.Psicogena – quando la disfunzione erettile è legata all’ansia, a situazioni specifiche, a disturbi mentali, ecc.
2.Organica – quando la disfunzione sessuale si sviluppa a causa di alcuni cambiamenti strutturali nell’organo sessuale in quanto tale.
Si fa una distinzione tra:

  • Cause vascolari (dovute a un aumento della pressione sanguigna, aterosclerosi, diabete mellito, insufficienza venosa, interventi chirurgici, ecc;)
  • cause neurologiche (dovute a ictus, sclerosi multipla, neuropatie varie, tumori, traumi, ecc.)
  • cause endocrine (dovute a bassi livelli di testosterone, aumento della prolattina, disfunzioni della tiroide, ecc.)

Cause strutturali (dovute a traumi del pene, anomalie congenite, malattia di Peyronie, curvatura, priapismo, ecc.)
3.Medicinale – quando la funzione erettile si sviluppa sullo sfondo dell’assunzione di alcuni farmaci (psicofarmaci, antidepressivi, ipotensivi, ecc.)

 

Classificazione

La disfunzione erettile è di solito classificata in base alla sua gravità: disfunzione erettile lieve, moderata, moderata e grave. È anche comune e importante classificare la disfunzione erettile secondo la causa della malattia:

  • psicogena – circa il 40% dei casi;
  • organico – 30% dei casi;
  • misto – 25% dei casi;
  • nessuna causa chiara – 5% dei casi.
  • I sintomi inquietanti della disfunzione erettile sono:

Difficoltà nell’inizio dell’eccitazione sessuale e nella sua continuazione;
Erezione debole;
Assenza parziale o completa di erezione mattutina.

Altri tipi di disfunzione sessuale negli uomini

Ci sono anche disfunzioni sessuali negli uomini che non sono direttamente disfunzioni erettili, ma che causano altrettanto declino nella qualità della vita. Esistono vari tipi di disturbi dell’eiaculazione. Il disagio maggiore non solo per l’uomo ma anche per la donna è l’eiaculazione accelerata. (Si desea obtener resultados en los deportes, desarrolle masa muscular sin aumentar significativamente el peso, entonces le recomendamos comprar esteroides online ahora mismo.) L’incapacità di avere rapporti sessuali di qualità porta ad uno stress psicologico ed emotivo, e persino ad una mancanza di volontà di avere rapporti sessuali. L’eiaculazione dolorosa e difficile è meno comune, ma riduce anche drasticamente la qualità della vita. La sindrome aneiaculatoria – la completa incapacità di raggiungere l’orgasmo e l’eiaculazione in modo indipendente – può svilupparsi in varie malattie neurologiche. L’eiaculazione retrograda persistente – l’espulsione dello sperma nella vescica durante l’orgasmo – può svilupparsi dopo la chirurgia della prostata e alcuni farmaci. Una delle disfunzioni sessuali più comuni è la mancanza di desiderio sessuale, la mancanza di desiderio (libido). La riduzione della libido può essere causata da stress nervoso ed emotivo, stanchezza fisica e malattie correlate nel corpo, una violazione del metabolismo ormonale. La maggior parte di queste anomalie sono abbastanza riuscite e sicure da trattare. Ciò che è importante è la loro correzione tempestiva per prevenire la formazione di anomalie psicologiche secondarie.

Diagnosi

Quando si diagnostica la disfunzione erettile, è importante determinare la gravità della disfunzione erettile. È anche necessario scoprire la causa di questi disturbi e identificare la malattia che ha causato la disfunzione erettile. La presenza o l’assenza di altre disfunzioni sessuali (riduzione della libido, eiaculazione e orgasmo) deve essere identificata.

La disfunzione psicogena di solito si verifica improvvisamente. Allo stesso tempo, vengono mantenute le normali erezioni mattutine. La disfunzione psicogena causa spesso problemi nel rapporto con il partner. In questo caso, la disfunzione erettile si verifica solo in determinate circostanze, ma in altre condizioni, la funzione sessuale è normale.

Con la disfunzione erettile organica è vero il contrario. I problemi si verificano gradualmente, le erezioni mattutine sono ridotte o completamente assenti. Allo stesso tempo, un buon desiderio sessuale è di solito mantenuto. La qualità del rapporto sessuale è compromessa in ogni momento, con tutti i tipi di partner e in diverse situazioni. Se i primi sintomi allarmanti – mancanza di libido e erezione debole – si verificano, si dovrebbe consultare un andrologo.

Per identificare le cause della disfunzione erettile, gli specialisti possono effettuare una serie di test:

1. questionario – compilazione del paziente con il questionario MIEF-5, un questionario globalmente accettato.
2. Osservazione dei genitali: testicoli, prostata, pene.
3. valutazione dei caratteri sessuali secondari, della saturazione androgenica del corpo e della tempestività della pubertà.
4. Analisi di laboratorio delle urine e del sangue.
5. Studio dei livelli ormonali.
6. Esame dei livelli di metabolismo dei carboidrati e dei lipidi.
7. Valutazione del sistema cardiovascolare (misurazione del polso, della pressione sanguigna e, se necessario, diagnostica supplementare).
8. Valutazione dello stato del sistema nervoso.
9. Monitoraggio delle erezioni spontanee notturne.
10.Test con somministrazione intracavernosa di farmaci vasoattivi (analogo della prostaglandina E1 alprostadil).
11.Dopplerografia ad ultrasuoni delle arterie del pene.
12. Studio dei riflessi bulbocavernosi e cremasterici.
13.Elettromiografia del pene.
14. Angiografia dei vasi del pene.
15. Cavernosometria.
16.Reofallografia.
17.Termometria endouretrale.
18. Ecografia genitale.
Di regola, tutti i metodi diagnostici non sono necessari. A seconda della situazione, il medico suggerirà la tecnica minima necessaria.

Trattamento

A tutti i pazienti si consiglia di eliminare il più possibile i fattori di rischio della disfunzione erettile prima di iniziare il trattamento. È importante normalizzare il suo stile di vita e l’attività sessuale. Un passo importante è considerare la possibilità di ritirare o sostituire qualsiasi farmaco che può avere un effetto negativo sull’erezione. I problemi neurologici e cardiologici sono risolti attraverso la partecipazione di specialisti, in particolare psicoterapeuti. I medici raccomandano che tali pazienti vengano per una consultazione con un sessuologo e uno psicologo insieme al loro partner – questo li aiuterà a capirsi, rilassarsi e fidarsi.

A seconda della causa del disturbo, ci sono diverse opzioni di trattamento. Se viene identificata una causa trattabile di disfunzione erettile, questa deve essere trattata.

Ci sono delle fasi nel trattamento conservativo della disfunzione erettile

1. Nella prima fase, se indicato, si usano farmaci di stimolazione erettile (in particolare gli inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5). In presenza di carenza di androgeni, si usano booster di testosterone. Le forme iniettabili e transdermiche di testosterone sono utilizzate per la terapia di sostituzione degli androgeni. Il farmaco, la dose, il modo di somministrazione e la durata del corso sono scelti individualmente. Qualsiasi farmaco di questi gruppi dovrebbe essere preso solo quando prescritto dal medico. In caso contrario, possono verificarsi gravi effetti collaterali. Nel caso dei disturbi psicogeni, la terapia psicosessuale è un importante trattamento di prima linea.

Se i farmaci non possono essere prescritti o se il paziente non vuole usarli, la somministrazione di una terapia locale a pressione negativa è raccomandata come trattamento fisico di prima linea. L’essenza del metodo consiste nel mettere il pene in un pallone speciale, dove si crea una pressione negativa per mezzo di una pompa a vuoto. Questo porta ad un aumento del flusso di sangue al pene, con conseguente erezione. Per mantenere l’erezione, uno speciale anello di compressione viene posto alla base del pene per limitare il deflusso venoso.

2. La seconda fase è la somministrazione intra-cavernosa o intra-uretrale di agenti vasoattivi. La seconda fase è costituita da iniezioni vasoattive intravescicali o intrauretrali. Il tasso di successo e la qualità dell’erezione sono abbastanza alti. Ci sono controindicazioni ed effetti collaterali con questo trattamento.

Trattamento chirurgico

Se il trattamento conservativo fallisce, la disfunzione erettile può essere trattata chirurgicamente. Per i pazienti con lesioni delle arterie peniene che riforniscono gli organi pelvici, si raccomandano interventi chirurgici sui vasi. Se tutti gli altri trattamenti per la disfunzione erettile hanno fallito e il paziente insiste per una soluzione radicale, una protesi semirigida o impianti idraulici che simulano un’erezione sono raccomandati come ultima risorsa. Il tasso di soddisfazione dopo una protesi peniena supera l’80%.

Prevenzione

È possibile ridurre la probabilità di disfunzione erettile. I medici raccomandano di prevenirlo:

  • Una dieta sana.
  • Limitazione ed eliminazione delle cattive abitudini (alcol e tabacco).
  • Pratica sessuale regolare.
  • Uno stile di vita sano che include riposo ed esercizio fisico vigoroso.
  • Controllo e correzione del peso corporeo.
  • Controllo e correzione della glicemia e dei lipidi.
  • Si raccomanda che il paziente sia visto da un urologo andrologo.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *